Maria teresa coralli

Stilista di moda e costumista, impegnatasi nella diocesi di Roma nell’ideazione di linguaggi educativi innovativi, dal 1980 da vita a “Il Contafavole”, una compagnia di teatro di figura che le consentirà di portare in scena il suo mondo di sogni,  colori e invenzioni.

Da subito, nasce una collaborazione con il M.° Roberto Anselmi, che firmerà le musiche dei suoi spettacoli.

Negli anni, sue produzioni sono:                  

  • Il paese più bello, presente a due Estati romane
  • Lui e gli uomini
  • Le ragioni di Marta
  • L’aquilone di nonno Giocondo, vincitore del premio “A. Parisi, una commedia per i ragazzi”indetto dalla rivista La Civiltà Cattolica
  • L’albero del coraggio
  • Uffa! State zitti!
  • Sapessi cosa ti sei persa!, scritto e realizzato assieme alla figlia, Maria Chiara Taddeo, con la quale ha ideato anche i laboratori di musica, di cucina e di moda futurista. Lo spettacolo ha ricevuto il patrocinio del Ministero per i Beni e le attività culturali, della Regione Lazio, della Provincia di Roma, dell’Assessorato alle politiche di promozione dell’Infanzia e della Famiglia, del Municipio Roma II e Roma XII. 

Nelle scuole, ha realizzato numerosi laboratori teatrali tesi a sviluppare la manualità, la gestualità e le capacità visive dei ragazzi.

Ha frequentato la Scuola d’Iconografia bizantina del monaco camaldolese, Dom José Carlos Velasco, presso il monastero di S. Antonio Abate, a Roma e realizzato mostre in tal senso.

Video

Servizio di TG2 Mizar del 18/02/2005 con intervista Maria Teresa Coralli